Connect with us

CCSSMM

Conseguenza Logica?

Prima di iniziare occorre fare alcune piccole premesse sul titolo per spiegare ciò che intendiamo, sarà molto semplice e divertente capire come le attuali istituzioni Municipali e Comunali stanno mettendo mano sullo sport a Roma nelle scuole, e le naturali conseguenze per noi “non logiche” che ne stanno nascendo.

La Conseguenza Logica o Implicazione Logica si riferisce al legame che esiste tra una proposizione (antecedente) ed un’altra proposizione (conseguente) in modo da metterne in relazione i rispettivi valori di verità.

 

Inziamo il nostro viaggio da i primi di Dicembre incontrando i consiglieri municipali e comunali in diverse occasioni e ci viene manifestata la volontà di mettere mano al sistema sport in tutto il comune di Roma ripristinando (laddove necessario diciamo noi e se lo fosse) la legalità e la trasparenza in un settore fiore all’occhiello del comune di Roma.

In municipio VI sia a Dicembre che nei mesi successivi di Gennaio, Febbraio; Marzo, Aprile, Maggio Giugno, Luglio e perfino anche durante il mese Agosto, rappresentanti delle associazioni si sono visti più volte con le istituzioni in forma collaborativa ma anche in forma collaborativa a difesa delle realtà territoriali e le famiglie che ne fanno parte.

Sin dall’inizio le istituzioni tramite i loro consiglieri hanno rimarcato il fatto “tranquilli ci pensiamo noi”, quel tranquilli a noi ci ha sempre messo in ansia proprio se non fosse per i vari detti popolari, ma più che altro perchè ci insospettiva la chiusura totale nel parlare di argomenti specifici, il messaggio che abbiamo sempre ricevuto è stato sempre “parliamo ma tanto tranquilli si fa come diciamo noi”.

Le associazioni sin da subito si sono messe a disposizioni con le loro esperienze, capacità e professionalità, ma ben presto ciò è venuto a mancare proprio per quella chiusura e anche per errori macroscopici delle isitituzioni.

Veniamo alle conseguenze logiche e non, sarà i lettore a colocarle a sua scelta:

  1. La conseguenza del non rapporto tra municpio e dirigenti scolastici e nel non essere stati capaci a trovare un equilibrio, molte scuole rispetto al 2014 si sono organizzate (la legge lo permette) nel fare bandi interni e proporre sport alle famiglie come estensione formativa diretta ai propri alunni e in base anche alla 107 del 2015 quindi anche al territorio autonomamente e così bypassando il municipio.
  2. La conseguenza di una errarta interpretazione del D.Lgs. 80/2016 si è fatto un BANDO assurdo e controverso non rispettando il regolamento comunale 263/2003, e scludendo alcune associazioni storiche del municipio e quindi provocando un danno sociale ai loro associati perlopiù bambini e ragazzi.
  3. La conseguenza del danno sociale, neanche stiamo a spiegare ragione perchè appare ovvia, in un municipio che è l’estrema periferia di roma con il più alto tasso di abbandono scolastico ecc…
  4. La conseguenza dell’abbadono dello sport comunale a prezzi popolari a favore dello sport privato con ben altri prezzi
  5. La conseguenza dell’abbandono dello sport per quelle famiglie che come al punto 4 non possono permettersi il privato.
  6. La conseguenza e il relativo stato di abbandono delle palestre scolastiche, che prima almeno in parte o in toto erano gestite anche nelle pulizie e piccola manutenzione dalle associazioni sportive.
  7. La conseguenza della perdita di oltre 200 posti di lavoro per tutti i tecnici del settore, e relativo indotto es: segreterie e pulizie.
  8. La conseguenza in un danno incalcolabile che metterà in ginocchio le associazioni che forse potranno riaprire a novembre se tutto andrà bene.
  9. La conseguenza che le varie federazioni in alcuni casi multeranno le asd per non aver i campi a disposizione per le partite di campionato.
  10. La conseguenza che questa presa di posizione per dimostrare qualcosa che non esiste sarà nel produrre un danno al cittadino.

Siamo noi ora a chiedere alle isituzioni di prendersi la responsabilità di spiegare ai cittadini il perchè non avranno un servizio a disposizione per i propri figli, senza raccontare false verità e/o affibiare responsabilità a qualcun altro, tra i tanti errori uno su tutti emerge la TARDIVA PUBBLICAZIONE DEL BANDO.

Se i cittadini e/o le istituzioni ravvisano delle imprecisioni possono comunicarcele.

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in CCSSMM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: